Mensile di informazione e studi per le componenti
del Servizio Nazionale della Protezione Civile

"La Protezione Civile Italiana" è il primo periodico mensile di informazione e studi sull'attività di prevenzione, di soccorso e di tutela dell'ambiente nel nostro Paese, fondato nel 1981 sotto l'alto Patrocinio del Ministro per il Coordinamento della Protezione Civile. La nostra rivista si propone, grazie ad una sempre più vasta conoscenza dei problemi e ad una capillare diffusione, di sensibilizzare l'opinione pubblica sui programmi portati avanti in merito alla prevenzione delle calamità naturali o indotte dall'uomo, ad interventi per la ripresa della vita economica e sociale nelle aree da esso colpite, alle misure da adottare contro il degrado ambientale, l'inquinamento e non da ultimi, gli incendi e le alluvioni che ogni anno affliggono l'Italia con una sempre più preoccupante escalation.

Franco Pasargiklian - Direttore Responsabile

News

 

 

 

 

ADUNATA TRIVENETA DEL CENTENARIO: ATTESI OLTRE 100MILA ALPINI 

1918-2018, l'adunata triveneta del centenario nella città simbolo della vittoria. Le penne nere si preparano a invadere Vittorio Veneto dal 15 al 17 giugno prossimi. Dopo Treviso la Marca torna a vestirsi di tricolore. 25 sezioni coinvolte tra Veneto, Trentino e Friuli. Adunata presentata nei giorni scorsi proprio ai sindaci degli 11 comuni coinvolti, non solo nel raduno alpino, ma anche negli eventi che da qui all'estate scandiranno l'attesa, concerti, concorsi letterari, attività nelle scuole, anche un'esercitazione di protezione civile che porterà nel comprensorio vittoriese un migliaio di uomini dal 13 al 15 aprile. La speranza, visto che gioca in casa, è di veder partecipare all'adunata il grande vecchio, l'ultimo mulo alpino, Iroso.

Protezione Civile: entro 31 dicembre invio istanze contributo per organizzazioni di volontariato 

 

Possono presentare domanda le organizzazioni di volontariato

di protezione civile iscritte nell’elenco nazionale

Si ricorda che il 31 dicembre scadrà il termine per presentare le istanze da parte delle organizzazioni di volontariato di protezione civile rispetto ai contributi concessi dal Dipartimento della Protezione Civile, secondo i criteri validi per il triennio 2016-2018.
Possono presentare domanda le organizzazioni di volontariato di protezione civile iscritte nell’elenco nazionale, ovvero:
· le organizzazioni iscritte nell’elenco centrale del Dipartimento della Protezione Civile;
· le organizzazioni iscritte negli elenchi territoriali delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano.
Lo stanziamento annuale, che è determinato dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile, viene ripartito in questo modo:
· 50% è la quota nazionale, riservata alle organizzazioni iscritte nell’Elenco Centrale.
· 35% è la quota regionale, riservata alle organizzazioni iscritte negli Elenchi Territoriali.
· 15% è la quota locale, riservata ai Gruppi Comunali e alle piccole realtà associative locali.
Nell’ambito delle risorse finanziarie destinate alla “quota locale”, le proposte progettuali presentate al Dipartimento della Protezione Civile, e dallo stesso preliminarmente verificate nei requisiti formali di ammissibilità, sono trasmesse all’ANCI, che procede ad una valutazione di merito finalizzata all’elaborazione di una proposta unitaria articolata in ordine di priorità, che sarà successivamente approvata e pubblicata dal Dipartimento della Protezione Civile.
Inoltre, sono stai pubblicati dal Dipartimento della Protezione Civile, gli Indirizzi di priorità per l’anno 2017, per la valutazione dei progetti presentati dalle organizzazioni di volontariato di protezione civile finanziabili attraverso specifici contributi. Gli Indirizzi di priorità tengono conto della ripartizione degli stanziamenti nelle quote nazionale, regionale e locale.
Per la quota locale gli Indirizzi di priorità per l’anno 2017 sono:
Priorità 1: il Supporto al piano di emergenza comunale o sovracomunale, volto a potenziare la capacità di risposta della struttura comunale in relazione ad almeno uno dei rischi presenti sul territorio, in coerenza con quanto previsto dalla Direttiva del 3 dicembre 2008 “indirizzi operativi per la gestione delle emergenze”;
Priorità 2: la Tutela e attenzione alle fasce deboli (anziani, persone con disabilità, minori) potenziando la capacità di assistenza alla popolazione vulnerabile, con particolare riferimento alle attività atte a rafforzare nelle aree di attesa e nelle aree di ricovero della popolazione le strutture afferenti alla tutela dell’infanzia e della disabilità;
Priorità 3: Progetti che afferiscono a Comuni che gestiscono il servizio di protezione civile in unione di Comuni o comunque in forma associata.
Tutte le informazioni di dettaglio e la modulistica per la presentazione delle istanze sono disponibili sulla pagina dedicata del sito del Dipartimento della Protezione Civile.

Super sconti a chi fa pubblicità sui giornali 

Ecco come funziona il credito d'imposta fino al 90%
clicca su         IMG_3136.pdf
 

 


“E’ disponibile l’edizione aggiornata del Prontuario 2013” Per informazioni sull’acquisto chiamare: UFFICIO AMMINISTRATIVO/ABBONAMENTI TEL. 02/81.35.018 - 81.36.669 - FAX. 02/81.34.925 E-mail: amministrazione@laprotezionecivile.com
Ultimo numero "La Protezione Civile Italiana" 

DICEMBRE

1981 - 2017

"36 anni a fianco della Protezione Civile"



Ultimo numero Quaderni di Protezione Civile

IL MECCANISMO UNIONALE DI PROTEZIONE CIVILE

Il contributo operativo del Servizio nazionale di Protezione civile


LE AZIENDE INFORMANO 

Informazioni dalle Aziende

DICEMBRE  2017

 

Le aziende informano:

ADVANCED - AIKOM - CANGINI - GORE - MEBER