Mensile di informazione e studi per le componenti
del Servizio Nazionale della Protezione Civile

"La Protezione Civile Italiana" è il primo periodico mensile di informazione e studi sull'attività di prevenzione, di soccorso e di tutela dell'ambiente nel nostro Paese, fondato nel 1981 sotto l'alto Patrocinio del Ministro per il Coordinamento della Protezione Civile. La nostra rivista si propone, grazie ad una sempre più vasta conoscenza dei problemi e ad una capillare diffusione, di sensibilizzare l'opinione pubblica sui programmi portati avanti in merito alla prevenzione delle calamità naturali o indotte dall'uomo, ad interventi per la ripresa della vita economica e sociale nelle aree da esso colpite, alle misure da adottare contro il degrado ambientale, l'inquinamento e non da ultimi, gli incendi e le alluvioni che ogni anno affliggono l'Italia con una sempre più preoccupante escalation.

Franco Pasargiklian - Direttore Responsabile

News

 

 

 

Servizio civile, 32 posti in Valle d’Aosta 

In Valle d’Aosta il bando nazionale di Servizio civile appena pubblicato prevede 32 posti di servizio, proposti da sei Enti accreditati. L’impegno previsto, per tutti i progetti, è di 12 mesi e di un minimo di 30 ore alla settimana.

I posti di servizio civile sono disponibili allaFederazione regionale delle Organizzazioni di Volontariato del Soccorso della Valle d’Aosta (15 posti nelle sedi di Saint-Christophe, Châtillon, Montjovet, Morgex, Saint-Pierre, Valpelline e Verrès), alle Acli regionali della Valle d’Aosta (8 posti, all’Associazione Aspert Associazione Sport per Tutti Onlus di Courmayeur (2 posti), al Codacons Valle d’Aosta (2 posti), alla Federazione Cnos dei Salesiani di Châtillon (3 posti) e al Coni (2 posti).

Possono presentare la domanda per essere ammessi alla selezione i giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni, interessati ad un’esperienza di impegno in ambiti diversi quali: attività educative e di sostegno a favore dei minori, dei cittadini immigrati, delle famiglie e delle fasce più deboli, attività nell’ambito dei trasporti sanitari con ambulanza, assistenza sanitaria alle manifestazioni, protezione civile, attività a favore di persone in situazione di svantaggio e animazioni sportive.

Le candidature dovranno essere presentate, direttamente presso gli Enti di servizio civile interessati utilizzando il modulo reperibile sui siti web degli Enti medesimi o dal sito www.serviziocivile.it, entro le 14 di giovedì 30 giugno.

Nei 12 mesi di impegno, in cui è previsto anche un periodo di formazione specifica, i giovani ammessi a svolgere il Servizio Civile Nazionale riceveranno un rimborso forfettario di circa euro 430mensili.

E’ possibile presentare una sola candidatura alla selezione per un unico progetto di Servizio Civile Nazionale da individuare tra quelli inseriti nel Bando Nazionale o nei Bandi Regionali e delle provincie autonome, pena l'esclusione dalla selezione.

Servizio civile, bando per 35 mila volontari

E' stato pubblicato sul sito del Dipartimento della Gioventù e del servizio civile nazionale il bando per selezionare i primi 35.203 giovani volontari. I ragazzi potranno scegliere tra 3.584 progetti (di cui 75 all'estero).

Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale l'aver già svolto il servizio civile nell'ambito del programma europeo "Garanzia Giovani" o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell'ente originato da segnalazione dei volontari. Lo ricorda il sottosegretario Luigi Bobba: "Con la pubblicazione del bando, che segue di pochi giorni l'approvazione del Disegno di Legge di riforma del terzo settore e del Servizio civile nazionale si conferma l'impegno del Governo per il rilancio del Servizio Civile Nazionale". Per conoscere i progetti di competenza nazionale è possibile consultare il sito del Servizio civile nazionale. Alla selezione potranno partecipare ragazze e ragazzi tra i 18 e i 28 anni interessati a un'esperienza di cittadinanza attiva nei settori dell'assistenza, della protezione civile, dell'ambiente, del patrimonio artistico e culturale, dell'educazione e promozione culturale.

La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente all'ente che realizza il processo, va presentata entro le ore 14 del 30 giugno. Per chi fa il volontario all'estero è prevista un'indennità aggiuntiva di 15 euro giornalieri. "Qualora poi restassero ancora risorse, come più volte proposto e a maggior ragione dopo l'accordo Dipartimento-Anci, proponiamo bandi tematici costruiti con procedure partecipative e innovative, a cominciare da uno per l'accoglienza dei migranti, anche per evitare call di progettazione in cui non si sono raggiunti i posti messi a bando, come avvenuto nel recente passato riguardo ai Corpi civili di pace". Nei prossimi giorni, inoltre, segnala una nota del ministero del lavoro, partirà sulle reti del servizio pubblico radio-televisivo la campagna di comunicazione promossa dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, con il consueto claim "Servizio civile nazionale. Tua e degli altri".

Bando Servizio Civile Nazionale 2016 

Il Comune di Venezia cerca 70 volontari da impiegare in 16 progetti di Servizio Civile Nazionale.

Progetti del Comune di Venezia per il 2016.
I 16 progetti che coinvolgeranno 70 giovani.

Si è aperto il bando per partecipare al Servizio Civile Nazionale.
Nella Regione Veneto sono disponibili 755 posti, a fondo pagina potete trovare il testo del bando per il Veneto e l'elenco dei progetti per i quali è possibile candidarsi nella Regione.

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato i 28 anni e 364 gioni di età, i quali siano in possesso dei seguenti requisiti:
- cittadini italiani;
- cittadini degli altri Paesi dell’Unione europea;
- cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;
- non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore a un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:

a) abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che lo stiano prestando ai sensi della legge n. 64 del 2001, nonché coloro che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale per l’attuazione del programma europeo Garanzia Giovani e per l’attuazione del progetto sperimentale europeo IVO4ALL;
b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale l’aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari.

In particolare, il Comune di Venezia cerca 70 volontari da avviare in servizio distribuiti tra 16 progetti.


La scadenza per presentare le domande è il 30 giugno 2016 entro le ore 14:00; la domanda può essere presentata via raccomandata A/R oppure consegnata a mano presso l'Ufficio di Servizio Civile oppure presso gli uffici protocollo del Comune di Venezia.
E’ possibile inviare la domanda anche attraverso posta elettronica certificata, all’indirizzo protocollo@pec.comune.venezia.it indirizzandola a Città di Venezia, Direzione Affari Istituzionali, Servizio Civile. L'account di PEC deve essere intestato al candidato

I moduli (Allegato 2 e 3) per presentare la domanda sono scaricabili a fondo pagina.
Alla domanda va allegata copia di un documento d'identità in corso di validità e copia del curriculum.

Si ricorda che è possibile presentare una sola domanda per un solo progetto ed una sola sede in tutto il territorio nazionale.

I progetti presentati dal Comune di Venezia sono 16 e così ripartiti all’interno dei cinque ambiti d’intervento del Servizio Civile Nazionale:

- 1 progetti per l’area dell’Ambiente;
- 6 progetti per l’Assistenza;
- 5 progetti per la Cultura;
- 3 progetti per l’Educazione e Promozione culturale;
- 1 progetto per la Protezione Civile.


Il volontario di Servizio Civile Nazionale riceve un’indennità mensile di 433,80 euro in cambio di un impegno settimanale di 30 ore per la durata di 12 mesi (1400 ore totali annue).
Alla fine del periodo di servizio ad ogni volontario è rilasciato un attestato di svolgimento del servizio utile al riconoscimento di crediti universitari e valido per la partecipazione a concorsi pubblici e per fini pensionistici.

Ai volontari del Comune di Venezia è inoltre rilasciata certificazione delle competenze attraverso la quale sono riconosciute le capacità acquisite durante il servizio civile.

Il Servizio Civile è un’esperienza valida sotto molti punti di vista: permette di rendersi utili agli altri, nonché a sé stessi, ed è un anno particolare in cui si ha la possibilità di sperimentarsi in attività molto affini ai propri studi e/o inclinazioni collaborando alla buona riuscita del progetto scelto, promuovendo al contempo un’ idea di cittadino consapevole della società in cui vive.

 

Cosenza – Concorso “Volontario dell’anno 2015”: termini fissati per il 31 luglio

È stato presentato in Prefettura, a Cosenza, il bando di concorso “Volontario dell’anno 2015 nell’ambito del memorial Francesco Dino Filato”, alla sua Seconda edizione. Alla presenza di S.E. Il Prefetto di Cosenza dott. Gianfranco Tomao, del funzionario della Regione Calabria Antonio Fioriglio, di Sabrina Costa, moglie di Francesco Dino Filato ( presidente dell’associazione SULLA STRADA GIUSTA INTOTOLA A FRANCESCO) e il Presidente dell’associazione Tutela Civium Gianfranco Pisano il quale ha promosso il premio, in collaborazione con la Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Cosenza e l’UOA protezione civile della Regione Calabria con il patrocinio del Comune di Luzzi e del Comune di Belvedere di Spinello. Il bando è rivolto ai volontari di protezione civile che nel corso dell’anno 2015 si siano distinti per il proprio impegno, la propria professionalità e la passione per e nel volontariato e che si siano prodigati per la crescita e lo sviluppo della comunità attraverso il volontariato. L’intento è quello di valorizzare l’impegno concreto del volontariato di protezione civile che opera a sostegno della comunità, principalmente nelle emergenze. Il concorso rientra nelle attività promosse in occasione del memorial dedicato al ricordo di Francesco Dino Filato, volontario dell’associazione Tutela Civium, scomparso all’età di 37 anni in un incidente stradale. La seconda edizione del memorial, che si terrà a Belvedere di Spinello il 3 ottobre prossimo, la novità importante e che quest’anno l’UOA protezione civile della Regione Calabria non solo concederà il patrocinio ma collaborerà a tutto l’iter per la selezione del volontario. Francesco, sensibile e altruista, è stato impegnato in diverse attività d’emergenza, in ambito locale e nazionale. In modo particolare ha operato nella fase post sisma in Emilia Romagna, in forza al coordinamento operativo della colonna della Prociv Arci nazionale, gestendo la logistica del campo base di San Carlo, in località Sant’Agostino, e collaborando alla gestione del Capi – Centro assistenziale di pronto intervento. Il bando e il formulario per la presentazione delle domande, sarà pubblicato entro il 9 maggio 2016, sulla pagina facebook dell’UOA Protezione Civile Calabria e sul sito dell’associazione tutela Civium (www.tutelacivium.it), il termine per la presentazione è fissato per il 31 Luglio 2016.

La carica dei giovani volontari, c'è il bando del servizio civile

Sono 35 mila i posti disponibili per i progetti in Italia e all'estero. L'opportunità per affrontare un'esperienza di cittadinanza attiva. Da Trieste fino al Venezuela. Per partecipare c'è tempo fino alle ore 14 di giovedì 30 giugno

Si va dalla digitalizzazione per condividere le fonti sulla stagione dei movimenti del 1966-1978 con l'Arci a Roma fino all'educazione e promozione culturali di attività sportive per disabili con le Acli a Trieste. Dai progetti in Venezuela con i Caschi Bianchi per gli interventi umanitari nelle aree di crisi fino alle iniziative della Caritas in Albania. Prendono il via i progetti di servizio civile in Italia e nel mondo nell'ambito dal dipartimento della Gioventù, Servizio civile nazionale, Regioni e Province autonome.

Nel complesso i progetti coinvolgeranno 35.203 giovani. I nuovi bandi pubblicati in questi giorni prevedono iniziative nell'assistenza, nella protezione civile, nell'ambiente, nella tutela del patrimonio artistico e culturale e nell'educazione e promozione culturale. Sono coinvolti piccoli e grandi operatori che con le loro iniziative danno l'opportunità ai giovani di avvicinarsi alla cittadinanza attiva per un anno intero.

I posti messi a bando per progetti di ambito nazionale e internazionale sono 21.359 (il bando). La gran parte dei giovani (20.651) coinvolti da questo bando verrà impiegata su progetti che si svolgeranno sul territorio nazionale mentre saranno 708 quelli che verranno avviati su progetti all'estero. La durata del servizio sarà di dodici mesi e l'assegno mensile che spetta ai volontari è pari a 433,80 euro.

In ambito regionale invece i posti sono in tutto 11.144. A livello regionale i posti saranno suddivisi in questa maniera: 355 in Abruzzo, 161 in Basilicata, 873 in Calabria, 2.514 in Campania, 958 in Emilia Romagna, 193 in Friuli Venezia Giulia, 978 nel Lazio, 245 in Liguria, 1.641 in Lombardia, 282 nelle Marche, 247 in Molise, 824 in Piemonte, 67 nella Provincia Autonoma di Bolzano, 107 nella Provincia Autonoma di Trento, 398 in Puglia, 544 in Sardegna, 1.962 in Sicilia, 607 in Toscana, 116 in Umbria, 17 in Valle d’Aosta e 755 in Veneto. Anche in questo caso, l'assegno mensile previsto è di 433,80 euro e la durata dei progetti è di dodici mesi.

Tempi e modi. I candidati dovranno scegliere il progetto a cui partecipare sul sito del Servizi civile e presentare la propria domanda all'ente che realizza il progetto. La candidatura deve arrivare all'ente entro le ore 14 di giovedì 30 giugno 2016. Le domande vanno presentate in carta semplice seguendo il modello presente nel bando di concorso (allegato 2) insieme ad una scheda in cui vengono specificati i titoli di studio (allegato 3). Ogni candidato può presentare una sola candidatura per un solo progetto da scegliere tra tutti quelli presenti nel bando. Se si presentano più domande, si viene automaticamente estromessi dal concorso.

L'iter della selezione. A scegliere i volontari da coinvolgere sarà l'ente titolare del progetto. Così come saranno gli organizzatori a verificare i requisiti come i limiti di età, il possesso della cittadinanza italiana e l'assenza di condanne penali. I risultati e le graduatorie dei candidati prescelti saranno così pubblicate via internet dall'ente organizzatore che indicherà anche la sede dove il volontario dovrà presentarsi il primo giorno di servizio e quella di attuazione del progetto.

L'attestato. Durante l'attività di servizio civile, i volontari sono dovranno rispettare l’orario di servizio e le condizioni

 

che riguarderanno i possibili obblighi di pernottamento, o di altra natura, legati all'iniziativa. Al termine del servizio, l'Ufficio per il servizio civile rilascerà, ai giovani che hanno partecipato ai progetti, un attestato di espletamento del servizio civile volontario.

Servizio Civile: nuovo bando 2016 per 21.359 volontari

Sul sito del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, si pubblica il Bando per i primi 35.203 giovani volontari.

Per quanto riguarda la città di Ascoli Piceno sono previsti 4 posti.

Si invitano i giovani interessati a presentarsi martedì 14 giugno 2016 dalle 10.00 alle 12al Polo Universitario Asti Studi Superiori, (ex Caserma Colli di Felizzano) piazza De Andre' dove si svolgerà un incontro informativo sui progetti di Servizio Civile Volontario (SCV) approvati in Provincia di Asti.

"Con la pubblicazione del bando, che segue di pochi giorni l'approvazione del disegno di legge di riforma del Terzo settore e del Servizio civile nazionale - spiega il Sottosegretario Luigi Bobba - si concretizza l'impegno del Governo per il rilancio del Servizio Civile Nazionale".

In occasione del Bando 2016 la Regione Lazio, unitamente al Tavolo regionale di Coordinamento degli Enti di Servizio Civile, ha istituito lo "Sportello di orientamento per i giovani" al quale rivolgersi per avere informazioni sui progetti, essere supportati sulle modalità di candidatura e consegnare la propria domanda.

Sette sono in totale i comuni in cui si potrà presentare domanda per l'impiego nelle progettazioni (Comunicare, Pesi da Scoprire, Maestri di Vita, Laboratori per la Pace 2016, Zone Protette, Noi e gli Anziani) ammesse a finanziamento.

I ragazzi e le ragazze che vogliono presentare domanda per partecipare alla selezione presso la Misericordia di Borgo a Mozzano possono farlo fino alle 14 di giovedì 30 giugno. Sedi coinvolte 7: Provincia di Lecco - Sistema Museale della Provincia di Lecco; Provincia di Lecco - Villa Monastero Varenna; Fondazione Monastero di Santa Maria del Lavello Calolziocorte; Museo della Seta Abegg - Comune di Garlate; Civico Museo Setificio Monti - Comune di Abbadia Lariana; Comunità Montana Lario Orientale e Valle San Martino di Galbiate; Museo delle Grigne - Comune di Esino Lario.

· P.I.S.TA. 2 sinergie (progetto integrato sicurezza, territorio e ambiente) - E in mezzo scorre il Pioverna... un ambiente da valorizzare e curare - Settore Protezione Civile, ricerca e monitoraggio zone a rischio.

Nell'album fotografico, trovate il servizio sull " Esercitazione interregionae AIB Liguria Lombardia"

 

 


“E’ disponibile l’edizione aggiornata del Prontuario 2013” Per informazioni sull’acquisto chiamare: UFFICIO AMMINISTRATIVO/ABBONAMENTI TEL. 02/81.35.018 - 81.36.669 - FAX. 02/81.34.925 E-mail: amministrazione@laprotezionecivile.com
Ultimo numero "La Protezione Civile Italiana" 

1981 - 2016

"35 anni a fianco della Protezione Civile"



Ultimo numero Quaderni di Protezione Civile

Compendio delle principali leggi, decreti, circolari relative al Sistema di Protezione Civile in Italia


LE AZIENDE INFORMANO 

Informazioni dalle Aziende   APRILE      2016

Il personaggio del mese   "AVON"

Le aziende del mese:

AIKOM   ACRONET